FIELD EXECUTION

SHU-HA-RI

Il ShuHaRi SOGES trasmette comportamenti e competenze Lean che mettono il middle management (responsabili di ufficio/funzione) in condizione di creare e gestire gruppi di miglioramento dei processi nell’arco di poche settimane.

Il termine ShuHaRi deriva dalle arti marziali giapponesi e descrive le diverse fasi di apprendimento che portano l’allievo a divenire maestro di una data disciplina:

  • Shu: comprensione del metodo e adattamento alla propria realtà
  • Ha: è la fase in cui insieme al Lean Coach si ragiona sulle possibili applicazioni pratiche dei principi enunciati attraverso una serie di strumenti specifici
  • Ri: basandosi su quanto appreso, col supporto del Lean Coach ciascun partecipante forma un team operativo e lo guida nel portare a termine il suo primo Evento Kaizen

Il ShuHaRi SOGES è un metodo che permette di passare all’azione:

  • stimolando l’intelligenza professionale e lo spirito imprenditoriale dei partecipanti
  • comprendendo come declinare i principi della Lean Enterprise nel suo ambito operativo e quali strumenti Lean utilizzare per migliorare i processi di lavoro
  • pianificando e realizzando un Evento Kaizen, in cui a ciascun responsabile si consente di sviluppare le proprie capacità di gestione e coaching del team.

Siamo pronti a passare all’azione?

Fase 1: Understand (Shu)

Nella fase Understand (Shu) di comprensione, il Lean Coach dedica la prima parte ad introdurre ai partecipanti la metodologia di applicazione dei principi e degli strumenti della Lean Enterprise nello specifico ambito
aziendale.

Nella seconda parte, il Lean Coach guida un brainstorming sulla applicabilità del modello nella specifica realtà, coinvolgendo tutto il gruppo di lavoro in un dibattito aperto di cui sintetizza i risultati in modo visivo attraverso il metodo KJ (post-it).

L’incontro dura indicativamente 4 ore e necessita di una sala riunioni con proiettore e lavagna.

Lean Enterprise

4 ore totali

Output: Sintesi su post-it del brainstorming circa il modello Lean e la sua applicabilità in azienda

Fase 1: Adapt (Ha)

Nella fase Adapt (Ha) di adattamento, il Lean Coach forma i partecipanti sui principali strumenti Lean applicabili, individuati in base alle specificità del prodotto e del processo aziendale, tra cui troviamo: Visual management, 5S, SMED, TPM, PDCA, KANBAN, 8D, STANDARD
WORK.

Ogni strumento Lean è presentato attraverso esempi di applicazioni reali e giochi formativi di tipo esperienziale.

La fase prevede 4 incontri da 4 ore non consecutivi.

Strumenti Lean

4 incontri da 4 ore non consecutivi

Output: Conoscenza degli strumenti Lean applicabili nel proprio processo aziendale

Fase 2: Act (Ri)

Durante il primo incontro con i partecipanti, il Lean Coach individua con ciascuno di loro un problema organizzativo relativo alla propria funzione e un team operativo per affrontarlo, implementando nella pratica i concetti e gli strumenti presentati nelle due fasi precedenti. I progetti di miglioramento così definiti sono formalizzati sul modulo A3 ed esposti sul Kaizen Board creato contestualmente.

Nel corso delle settimane, ciascun team di miglioramento riporta gli sviluppi del proprio progetto sul relativo modulo A3. Durante i successivi incontri, il Lean Coach assiste i responsabili di ciascun Kaizen team nell’implementazione dei progetti.

La fase prevede 5 incontri da 4 ore non consecutivi (con frequenza bisettimanale).

Kaizen Board

5 incontri da 4 ore non consecutivi

Output: Kaizen Board in formato A3 con i progetti di miglioramento

Scopri anche tu i vantaggi del "pensare snello"!

Scrivici per capire insieme le possibilità che la metodologia I THINK LEAN può offrirti nello snellire e migliorare i processi della tua organizzazione.