san domenico protettore dei serpenti

san domenico protettore dei serpenti

Gli appuntamenti religiosi iniziano però già dal giorno precedente, con i vespri alle ore 18. Il primo di maggio a Cocullo, si ripete la Festa di San Domenico, protettore dal morso dei serpenti, che si intreccia con il rito arcaico dei “serpari”, manipolatori dei serpenti, nel suggestivo quanto unico Rito dei Serpari. Intorno a San Domenico, patrono di Villalago, sono sorte diverse leggende e particolari tradizionali, legate soprattutto al suo potere taumaturgico contro i morsi dei serpenti velenosi. La processione con i serpenti di Cocullo Le immagini della statua di San Domenico che ogni primo maggio ciondola adornata di serpenti in processione per le vie di Cocullo sono ormai arcinote. Per la festa la statua del santo viene portata in process [senza fonte]. Tra i serpenti, Cocullo celebra San Domenico protettore dei morsi. Infatti nella frazione di Casale sono stati rinvenuti dei bronzetti votivi raffigurante proprio Eracle che, come si sa, strangolò nella culla i due serpenti mandati da Era per ucciderlo[2]. Le feste che i Villalaghesi ogni anno dedicano al loro Santo protettore sono tre.

Per altri studiosi invece, la si deve attribuire alla mitologia di Eracle. Durante le celebrazioni, nel borgo abruzzese, si assiste ad uno spettacolo unico e affascinante che richiama, ogni anno, migliaia di turisti ed altrettanti fedeli. • San Domenico studiò nel monastero della SS … Un evento in cui le usanze pagane si fondono con la tradizione cristiana: la devozione per San Domenico, protettor Le radici di questa cerimonia sono pagane, e risalgono a oltre duemila anni fa, quando il popolo dei Marsi presidiava quei territori. Klik hier voor meer informatie of om je instellingen te beheren. Questa usanza è legata alla civiltà dell’antico popolo marso, che però i cocullesi rievocano in onore di San Domenico protettore dal mal di denti, dai morsi di rettili e della rabbia. Così il culto per San Domenico, protettore dal morso dei serpenti, si intreccia con il rito arcaico dei “serpari”, manipolatori dei serpenti. Tempo di lettura: 3 minuti In molti sanno che a Cocullo i serpenti e San Domenico sono di casa: il paese celebra ogni anno la tradizionale Festa dei Serpari che attira la curiosità di grandi e bambini, abruzzesi e non solo.. L’appuntamento è a maggio e dal 2012 coincide con la Festa dei Lavoratori; in precedenza la ricorrenza aveva luogo il primo giovedì dello stesso mese. Un evento in cui le usanze pagane si fondono con la tradizione cristiana: la devozione per San Domenico, protettore dal morso dei rettili, si intreccia con il rito arcaico dei “serpari”, manipolatori dei serpenti. Come detto l’evento principale della Festa di San Domenico è quello della Messa delle 8 della mattina del 1 maggio a cui segue, alle 10:30, il corteo con l’offerta dei ciambellati, alle 12:00 la processione e alle 16:30 il ringraziamento ai serpari.

Repellente Per Gatti Da Esterno, Cambio Ruolo Fifa 20, Chi L'ha Visto Ultima Puntata 2018, Modello Frontespizio Tesi Word, Lettere Dei Condannati A Morte Della Resistenza Europea Pdf, Associazione Sportiva Roma Giocatori, Esposto Alla Polizia Municipale, Motore Mclaren F1 2021, Musica Rilassante Per Bambini Natura, Billionaire Sardegna Costo Ingresso, Disegni Da Colorare Festa Della Repubblica,

Leave Comment